Sebbene la chiave per vincere lo stress stia nello scoprirne la causa e nel trovare le modalità per ridurne gli effetti o per conviverci (ad es. partire per un meraviglioso viaggio, utilizzare tecniche yoga, studiare decine di libri sull’argomento, ecc…), un’alimentazione sana, bilanciata e regolare può aiutare l’organismo ad affrontare almeno alcuni dei suoi effetti negativi.

Gli effetti complessivi che lo stress ha sull’organismo non sono ancora del tutto chiari ma è noto che in queste circostanze il metabolismo può essere messo sotto sforzo. Uno dei possibili effetti è l’indebolimento del sistema immunitario che abbassa le sue difese e ci rende potenzialmente più esposti a contrarre infezioni e malattie.

La prima cosa da prendere in considerazione è quindi quella di rifornire il nostro organismo di tutto il necessario per combattere efficacemente lo stress.

Se mangiando alimenti ricchi di vitamina C come arance, kiwi, frutti di bosco (come ribes, more, fragole, mirtilli, lamponi), peperoni, patate e broccoli, questa necessità non viene soddisfatta, alcune parti dell’organismo, come il sistema immunitario appunto, potrebbero avvertirne la carenza. Quando il sistema immunitario è esposto a lunghi periodi di stress è consigliabile rafforzarlo tramite assunzione di alimenti ricchi di betacarotene (un precursore della vitamina A) come le carote, le verdure di colore verde scuro e la frutta gialla e arancione.

La regolare assunzione di vitamine A e C quindi, così come di acido folico e zinco, è vitale perché il sistema immunitario svolga la sua funzione di difesa dell’organismo dalle infezioni. L’acido folico si trova nei fagioli neri, negli spinaci e in altre verdure a foglia verde, mentre il granchio, le ostriche, il germe di grano, il fegato, i semi di zucca e la carne rossa sono una buona fonte di zinco.

Inoltre il fabbisogno di proteine può aumentare se l’organismo è sottoposto a uno stress permanente. L’assunzione di certi tipi di pesce, di pollo, di tacchino, di carni rosse magre, di uova, di latte o di fagioli diventa particolarmente importante. Il tacchino, ad es., contiene un amminoacido chiamato triptofano che stimola il rilascio di serotonina, proteina del buon umore ed è documentato che abbia un effetto calmante. Questo perché un’alimentazione povera di proteine può ridurre considerevolmente le difese immunitarie e la capacità di resistere alle infezioni. Diversi pesci come il salmone, la trota, il tonno e le sardine, rappresentano un’ottima scelta perché forniscono anche i grassi essenziali che fluidificano il sangue.

Ecco dunque un esempio di dieta equilibrata per aiutarci durante i lunghi periodi di stress:

  • Per colazione una spremuta d’arancia e un uovo alla coque: l’arancia grazie alla vitamina C aiuta a ridurre lo stress e la pressione sanguigna e fa ritornare il cortisolo a livelli normali dopo una situazione stressante mentre l’uovo contiene colina, sostanza che contribuisce a combattere stanchezza e tensione mentale.
  • Per pranzo e cena tutte le vitamine del gruppo B fanno bene al sistema nervoso, dunque pasti a base di pesce, carne, pollami, cereali integrali, latte.
  • Per gli spuntini, perfetto uno yogurt magro a cui aggiungere una manciata di uvette: sono ricche di vitamine B1, detta anche “vitamina della mente” per i suoi benefici effetti sul sistema nervoso, e di boro un minerale che stimola l’attività del cervello.
  • Nel momento di massimo stress e nervosismo va bene un frullato con latte scremato (ricco di calcio e magnesio) e molto cacao: contiene serotonia, il neurotrasmettitore della serenità, la vitamina E, antiossidante e distensiva, e la vitamina PP, calmante del sistema nervoso.

Altri suggerimenti contro lo stress:

  • Esercizio regolare, poiché aumenta la produzione di endorfine, enfatizzanti naturali dell’umore, e migliora la condizione fisica;
  • Piccoli pasti durante la giornata, che manterranno stabile il livello di zucchero nel sangue. Infatti, quando lo zucchero nel sangue è basso, diminuisce l’energia e aumenta di conseguenza lo stress mentale, fisico ed emotivo.

Concludendo, alimentarsi per combattere lo stress significa in realtà seguire una dieta sana e bilanciata scegliendo il cibo in modo intelligente.

Alimentazione e Stress (Quando lo stress non è più definibile “il sale della vita”)

Comments

comments


Post navigation


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *